skip to Main Content
340 2313271 info@unconventionalcoaching.it Informativa privacy

La persona è più importante della regola vale anche per noi stessi

La persona è più importante della regola vale anche per noi stessi.

Che la persona è più importante della regola fa parte della filosofia dell’unconventional coaching.
Sta ad indicare che in una relazione la persona è più importante delle regole che mettiamo in campo.
Ogni giorno viviamo una relazione costante con la persona più importante, quella senza la quale non esisterebbero le altre: noi stessi.

Ecco perché il principio secondo il quale la persona è più importante della regola vale anche quando si tratta di noi stessi e nel tempo ho scoperto che è il fondamento per una vita felice ed appagante.

Una delle frasi più significative che ormai tredici anni fa Andrea mi disse all’inizio del mio percorso di coaching con lui, fu

Regole troppo rigide sono la strada migliore per crearsi una vita infelice.

A quel tempo ero piena di regole rigide per la mia vita.
Mio padre è stato carabiniere e lo è rimasto dentro anche quando ha cambiato lavoro.
Mi ha insegnato principi e valori molto forti, cosa per cui non smetterò mai di ringraziarlo.

Il fatto è che insieme a valori forti mi aveva trasmesso anche l’attitudine a crearmi regole rigide per la mia vita.
Sicuramente questo mi ha permesso di diventare quella che sono e di ottenere certi risultati.
Ma il punto è che ad un certo punto quelle regole hanno smesso di essere funzionali alla mia felicità e al mio benessere.

Non è stato subito facile liberarmene e sostituirle con regole più funzionali, perché avevo una regolona sulla coerenza che mi faceva sentire inadeguata e un po’ voltabandiera se pensavo di doverle cambiare.

“Bella forza – mi dicevo – facile cambiare le regole del gioco solo perché ti stanno strette, una persona coerente e fedele a sé stessa le mantiene anche se non fanno più comodo, e se riesci a vincere con regole rigide allora sì che sei forte e tosta, e quindi felice”. (Che bella distorsione, sigh…)

Sì, ma coerente con chi e con che cosa? E soprattutto, cosa vuol dire essere fedeli a sé stessi?
Perché se voglio essere veramente fedele a me stessa, allora (nuova regola) non posso calpestarmi in nome di una regola.

Oggi ho capito che posso avere valori forti anche con regole più morbide, e che le stesse possono e devono adattarsi alla cosa più importante: la mia felicità. E per vivere felice, ho capito che anche regole troppo rigide per la felicità non vanno bene.

Se alla domanda “Cosa deve succedere affinché tu sia felice” la risposta è troppo lunga, o fatta di troppi punti, non c’è da meravigliarsi se poi non lo sia.
E la stessa cosa vale per l’amore, o per la soddisfazione, o per qualsiasi altra emozione o per qualsiasi altro valore.

Quando qualcosa non va nella nostra vita, chiediamoci se alla base non abbiamo regole troppo rigide, e pensiamo che le regole devono servire noi, e non che siamo noi a doverle servire.

Se NOI SIAMO LA PERSONA PIU’ IMPORTANTE per noi stessi, allora SIAMO PIU’ IMPORTANTI delle nostre stesse regole.

Per una relazione appagante, felice e serena, anche verso noi stessi facciamo valere il principio secondo cui la persona è più importante della regola. Il risultato sarà una migliore relazione anche con gli altri.

Chiara Zerbini

Chiara Zerbini è un unconventional coach della scuola di coaching di Andrea Favaretto ed è responsabile e trainer della sede di Bologna dell'Unconventional Coaching Factory.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top